CB

1

26.965

11

27.085

21

27.215

31

27.315

2

26.975

12

27.105

22

27.225

32

27.325

3

26.985

13

27.115

23

27.255

33

27.335

4

27.005

14

27.125

24

27.235

34

27.345

5

27.015

15

27.135

25

27.245

35

27.355

6

27.025

16

27.155

26

27.265

36

27.365

7

27.035

17

27.165

27

27.275

37

27.375

8

27.055

18

27.175

28

27.285

38

27.385

9

27.065

19

27.185

29

27.295

39

27.395

10

27.075

20

27.205

30

27.305

40

27.405

In Italia si possono utilizzare 40 canali CB e bisogna essere autorizzati e pagare una tassa annuale. La radio, che deve essere di tipo omologato, può avere al massimo 4 Watt in uscita. Le antenne non possono essere di tipo direttivo.

La Licenza non ha bisogno di rinnovo, scade quando uno smette di versare il contributo annuo con relativa comunicazione al Ministero. – I possessori della vecchia concessione, mantengono quella anche essa con validità legata al versamento del contributo annuo. – IL contributo annuo al momento e’ di 12,00 euro indipendentemente dal numero degli apparati posseduti. - Gli apparati non vanno piu’ comunicati al Ministero, devono pero’ sempre essere omologati se antecedenti al 2001 oppure devono rispondere alla marchiatura CE. Allegare doc. CE contenuto nella scatola alla licenza. L’ utilizzo degli apparati da parte di un familiare convivente deve essere autorizzata dal possessore di licenza con dichiarazione scritta da tenere allegata ad una fotocopia della licenza controfirmata.-  Chi inizia l’ attività, deve compilare una dichiarazione da inviare al ministero, trattenere una copia di essa e allegare ricevuta della raccomandata e del versamento. Il tutto vale come licenza e va esibita se richiesto alle Autorita’ Competenti.

MODULISTICA CB

 

PMR

Ch

Frequenza (MHz)

1

446.00625

2

446.01875

3

446.03125

4

446.04375

5

446.05625

6

446.06875

7

446.08125

8

446.09375

I 38 codici CTCSS disponibili e le rispettive frequenze subaudio sono:

codice

Hz

codice

Hz

codice

Hz

codice

Hz

1

67.0

11

97.4

21

136.5

31

192.8

2

71.9

12

100.0

22

141.3

32

203.5

3

74.4

13

103.5

23

146.2

33

210.7

4

77.0

14

107.2

24

151.4

34

218.1

5

79.7

15

110.9

25

156.7

35

225.7

6

82.5

16

114.8

26

162.2

36

233.6

7

85.4

17

118.8

27

167.9

37

241.8

8

88.5

18

123.0

28

173.8

38

250.3

9

91.5

19

127.3

29

179.9

 

 

10

94.8

20

131.8

30

186.2

 

 

Il servizio PMR (Private Mobile Radio) 446 nasce dalle decisioni del CEPT (la conferenza delle amministrazioni delle poste e telecomunicazioni europee) che obbligano gli stati membri a:

In Italia l'uso ricade nel regime di "autorizzazione generale d'uso" (DPR 447/01, art. 5 e D.L. 15/9/2003 "Codice delle Comunicazioni elettroniche").

Il PMR 446 è pensato principalmente per un uso professionale, dove occorre disporre di un semplice servizio radio per comunicare su brevi distanze (interno di edifici, cantieri, manifestazioni sportive, spettacoli, fiere, alberghi, installatori, etc.).

Perché un apparato PMR 446 sia a norma deve:

ed ovviamente essere compatibile con lo standard ETS 300 296.